SIM Social







Home » Tutela dei Diritti degli Studenti

Tutela dei Diritti degli Studenti

 

L’articolo 34 della Costituzione della Repubblica Italiana recita:

“La scuola è aperta a tutti.
L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.
I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.
Gli studenti sono componenti a pieno titolo della comunità universitaria e l’Università deve adoperarsi ad ogni livello per favorire il loro diritto allo studio, permetterne lo sviluppo fisico e intellettuale, in modo da favorire il loro inserimento nel tessuto sociale e agevolarne il percorso didattico.”

All’interno dell’immensa struttura della Sapienza non sempre questo accade, lo studente rischia a volte di sentirsi spaesato, divenendo di conseguenza soggetto debole nel rapporto che egli stesso instaura con l’Università.

Sapienza in Movimento si propone l’obiettivo di affiancare lo studente e non farlo sentire “solo”, ma parte di una grande famiglia dove è molto facile trovare ragazze e ragazzi con problemi e necessità simili ai suoi. Insieme è sicuramente più semplice risolvere piccoli e grandi grattacapi.

Ciascuno studente, inoltre, non è titolare solo di diritti ma anche di doveri. Questi sono regolati dalla Carta dei diritti delle studentesse e degli studenti, redatta da un’apposita commissione con la partecipazione dei rappresentanti degli studenti e approvata dal Senato Accademico:
Carta dei Diritti e dei Doveri delle Studentesse e degli Studenti